FARE RETE CON IL BEACH SOCCER

da larete

Il beach soccer o calcio da sabbia, è uno sport simile al calcio, che si pratica sempre di più anche in Italia, soprattutto nei mesi estivi.

Il calcio da sabbia è nato in Brasile, dove ancora oggi è molto popolare. Il primo grande evento sportivo legato al beach soccer risale al 1995 a Rio de Janeiro, che ospitò i primi Campionati mondiali sulla spiaggia di Copacabana. In Italia si gioca da oltre una decina di anni grazie a professionisti del mondo del calcio che hanno abbandonato i grandi stadi per dedicarsi a questa disciplina. Lo scopo di questo sport estivo è sempre quello di fare rete, per questo vengono utilizzate reti di qualità realizzate da professionisti di settore, come il Retificio La Rete che produce reti per il beach soccer in Polipropilene H.T. con una maglia di 120 mm.

La FIFA ha riconosciuto il beach soccer solo intorno al duemila organizzando campionati nazionali ed internazionali. Le regole del Beach Soccer: - le squadre sono composte da 5 giocatori mentre in panchina ci sono altri 3-5 calciatori e si possono fare sostituzioni senza alcun limite, differentemente dal calcio, - devono essere presenti due arbitri, - la partita si gioca in tre tempi di dodici minuti con un intervallo di tre minuti tra ogni tempo, - non può essere conclusa una partita col pareggio, per questo in caso di parità si passa ai tempi supplementari di tre minuti con la regola del golden goal o dei rigori, - batte la punizione chi ha subito il fallo, sempre senza alcuna barriera e in modo diretto, mentre il portiere può prendere il pallone con le mani anche su passaggio da un proprio giocatore, - non si usano scarpe, ma si gioca sempre e solo a piedi scalzi, - il campo di gioco deve essere rettangolare e di una lunghezza massima di quaranta metri e una minima trentaquattro metri, mentre la larghezza massima deve essere di trenta metri e la minima di ventiquattro metri, - le reti possono essere di nylon, iuta o canapa, - le porte possono disporre di strutture per il sostegno oppure essere sostenute da reti in tensione e pali affondati nella sabbia. Il retificio La Rete di Montisola sul Lago di Iseo produce e vende reti per il beach soccer, sport che vedremo essere sempre di più praticato anche quest’estate sulle nostre belle spiagge italiane.

LA SCOPERTA DI CRISTOFORO COLOMBO: DALL’ AMERICA ANCHE L’AMACA

da larete

Se in Europa è sempre più piacevole rilassarsi su un’amaca è grazie a Cristoforo Colombo. La storia dice che fu proprio lui ad importare direttamente dalle Isole Bahamas “quegli strani oggetti su cui riposavano le persone appese agli alberi”. Ancora oggi, quando arriva il caldo e le giornate si allungano regalando più tempo da trascorrere all’aria aperta, è sempre gradevole rilassarsi nel proprio giardino facendosi cullare da una comoda amaca all’ombra di una pianta.

Prima dell’uso delle amache in Europa, nei Paesi del Sud America e dei Caraibi per combattere il caldo torrido delle stagioni più calde si usava riposare al dondolio dell’amaca. Non una semplice poltrona per rilassarsi, l’amaca è stata ideata sollevata da terra per potersi cullare in tutta tranquillità, al riparo da insetti, parassiti, serpenti ed altri animali striscianti. Inizialmente le amache erano realizzate con la corteccia di una pianta tipica del Centro America, chiamata Hamack, da qui l’origine del nome “amaca”.

Altro

Gli specialisti delle reti

da larete

Il Retificio La Rete di Monte Isola, da oltre trenta anni, è tra le aziende leader nella realizzazione di reti di protezione e sicurezza, di reti sportive e di articoli da giardino. Vediamo, nel dettaglio, le diverse tipologie di rete e le loro caratteristiche.

Reti di sicurezza e reti anticalcinacci
Il Retificio La Rete produce reti di sicurezza per ponteggi di due tipologie: S e U. I sistemi per l’impiego orizzontale S servono a proteggere da cadute in una zona ampia dell’area di lavoro generalmente interna alla struttura da proteggere. Il Sistema U è la rete di sicurezza attaccata a un’intelaiatura di sostegno per utilizzo verticale, che protegge da cadute laterali. Le reti di protezione del Retificio La Rete sono realizzate secondo la normativa UNI-EN 1263/1 e corredate da certificato di conformità. Il Retificio La Rete realizza, inoltre, in base alla richiesta e alle necessità del cliente, reti anticalcinacci utilizzando filato ad alta tenacità con stabilizzante UV per la protezione degli edifici dalla caduta di calcinacci, intonaco e materiale vario.

Altro

Le cadute dall’alto dei lavoratori e l’importanza delle reti di sicurezza

da larete

A causare gran parte degli infortuni mortali sul luogo di lavoro sono soprattutto le cadute dall’alto, che rappresentano all’incirca un terzo degli incidenti letali, per la precisione il 32,5% dei casi registrati. Dalle ultime statistiche emerge come il settore di attività maggiormente colpito sia quello delle costruzioni con oltre il 65% degli eventi accaduti e il luogo in cui più frequentemente avvengono le cadute dall’alto sia proprio il cantiere con il 52,4% degli incidenti. In particolare, nel 30,8% dei casi, la caduta è avvenuta da tetti o coperture, nel 23,9% da attrezzature per lavori in quota (es. scale portatili, trabattelli, ponteggi) e nel 15,9% da parti in quota di edificio (es. terrazzi, parapetti, aperture).

Altro

La tua azienda scende in campo!

da larete

La sponsorizzazione sportiva rappresenta per le aziende un’opportunità da non sottovalutare.

Legando il proprio nome a una partita o a una manifestazione sportiva, l’azienda accede in modo esclusivo a un evento avvincente, dal forte carico emotivo, che sarà ricordato nel tempo. Dal legame con una squadra o con un atleta ne derivano innegabili vantaggi: l’azienda ha la possibilità di incrementare la propria riconoscibilità e notorietà, di creare valore e fedeltà nei confronti della marca.

Altro

Reti di sicurezza, reti anticaduta e reti anticalcinacci. Perché sono così importanti.

da larete

La rete di sicurezza è un dispositivo di protezione collettiva (DPC), utilizzato nei lavori di costruzione e montaggio, per arrestare la caduta di persone e oggetti. Essendo dispositivi di protezione collettiva, le reti di sicurezza, una volta istallate correttamente, permettono di operare senza l’impiego di dispositivi di protezione individuali, consentendo agli operatori di lavorare nelle aree protette da tali sistemi con piena libertà di movimento.

Altro

Reti anticalcinacci per la messa in sicurezza degli edifici

da larete

I recenti eventi sismici dell’Italia centrale riportano drammaticamente l’attenzione sui nostri edifici e sulla necessità di eseguire i dovuti interventi per rendere più sicure le nostre abitazioni.

Ogni edificio presenta diversi elementi: le fondamenta, le strutture portanti, quali pilastri e travi e gli elementi aggettanti come i balconi e i cornicioni.

La definizione deriva dal fatto che questi elementi sporgono, o sono a sbalzo rispetto agli edifici e, proprio per questo, subiscono maggiormente l’azione degli eventi atmosferici. In modo particolare sono il vento e la pioggia le due condizioni più sfavorevoli, poiché causano un vero e proprio degrado dei materiali, riducendo la loro sezione e rendendoli, di conseguenza, più deboli.

Altro

Reti antivolatili. Rimedio efficace e duraturo.

da larete

Sporca, imbratta, rovina ed è rumoroso. È il piccione, la specie più comune di volatili molesti che si insedia nelle aree urbane, nei centri storici e rovina manufatti pubblici e privati.

Gli escrementi dei colombi, infatti, a causa della presenza di acido urico, danneggiano seriamente le rifiniture degli edifici, deturpando tetti, monumenti e luoghi pubblici. La presenza dei piccioni, però, è anche pericolosa per la salute. Questi volatili sono portatori di circa 60 malattie, alcune delle quali contagiose per l’uomo e per gli animali domestici, i cui agenti patogeni vengono trovati nei loro escrementi. Risulta, quindi, necessario allontanarli. Per farlo la prima regola da tenere a mente è quella di non dare loro da mangiare. Se i piccioni continuano a svolazzare nella stessa zona è perché la considerano una fonte di cibo. Dar da mangiare ai piccioni, inoltre, attira un numero sempre maggiore di volatili. La presenza di escrementi potrebbe far pensare che i piccioni abbiano deciso di “alloggiare” nelle vicinanze, preferibilmente in luoghi quali grondaie o cornicioni del tetto.

Altro

Come scegliere una rete di sicurezza?

da larete

Le reti di sicurezza non sono impiegate frequentemente nei cantieri temporanei o mobili del nostro Paese a causa di motivazioni di tipo culturale. Esistono, tuttavia, applicazioni come la bonifica delle coperture in amianto o il rifacimento delle strutture secondarie dei tetti in legno in cui i benefici derivanti dal loro utilizzo sono evidenti.

I vantaggi di questo tipo di protezione collettiva sono legati alla facilità di posa e alle ridotte ripercussioni sul corpo che il lavoratore subisce in caso di caduta. Le reti di sicurezza non vanno utilizzate nei casi in cui lo spazio vuoto sotto le stesse sia limitato, o in quelli in cui è possibile che su di esse cada del materiale, come quello incandescente, che ne possa causare il facile danneggiamento.

Altro

Il Museo Della Rete: celebriamo la nostra tradizione.

da larete

La rete racchiude nelle mani abili e pazienti delle donne di Monte Isola una storia infinita. Impossibile risalire a quando ebbe inizio questa attività, sicuramente come complemento della pesca, diventò la ragione stessa del vivere sul lago e protagonista principale della storia di Monte Isola. Alcuni documenti storici fanno risalire l’attività della rete all’anno mille, quando i pochi abitanti, pescatori e contadini costruivano reti e pescavano per i feudatari della zona. La semplice e funzionale tecnica del nodo diviene, nella lavorazione delle moltissime e complesse qualità di reti, un capolavoro d'arte.

Altro